Quando un bambino è nato, pretermine o a termine, il suo sistema immunitario non è sviluppato e la sua membrana intestinale è ancora immatura. La prima cosa che va nella pancia di un bambino, il latte materno, fornisce fattori immunitari e fattori di crescita che aiutano la membrana intestinale a maturare.

Per questo motivo, quando un bambino ha bisogno di un integratore per l’alimentazione, il latte umano donatore pastorizzato (PDHM)* è un’opzione importante. Questo è particolarmente vero per i neonati prematuri e malati.

Il problema è che questa opzione non è disponibile per tutte le famiglie. Alcuni ospedali, non tutti, forniranno PDHM nelle loro unità di terapia intensiva neonatale e cure speciali. Tuttavia, quando una famiglia va a casa, dovranno pagare di tasca propria per continuare con questo latte materno donatore. La natura ci fornisce questa preziosa risorsa anche se in realtà, solo alcune persone possono avere accesso a questo.

* La legislatura del Maine sta considerando un disegno di legge:
• LD 1938: Un atto riguardante la copertura MaineCare per il latte materno donatore
• Ciò richiederebbe MaineCare per rimborsare il costo del latte materno donatore.
• Stanno ascoltando le testimonianze giovedì 23 gennaio alle 13:00 pm.
• Burton M. Cross Office Building, Stanza 209 111 Sewall Street ad Augusta.
Puoi inviare una lettera al tuo legislatore e far loro sapere i tuoi pensieri su questo.

Il costo è spesso ciò che limita le famiglie. In dieci anni come consulente per l’allattamento IBCLC, ho incontrato solo una famiglia che poteva pagare di tasca propria per il latte donatore umano. Il loro bambino era nato pretermine a 37 settimane e il latte materno del donatore era necessario per un tempo prolungato. Sono contento che se lo possano permettere.

Tuttavia, erano l’unica famiglia che ho incontrato che poteva pagare per questo. Per i genitori con meno reddito o che sono a basso reddito What Quali sono le loro opzioni? Devo spiegare che il loro 37 weeker trarrebbe davvero beneficio da questo ma they non possono averlo?

Una madre mi ha chiamato perché il suo bambino di sei settimane era allergico alla formula. La sua bambina aveva eruzioni cutanee, problemi digestivi ed era molto infelice. Potrei aiutare la madre a ricostruire una fornitura di latte. Ma che dire di aiutare il suo bambino in difficoltà nel frattempo? Sapevo che il Latte Umano donatore l’avrebbe aiutata immensamente if se potesse pagarlo.

Questa è una disparità a tutto volume che può essere affrontata qui e ora. Rendere PDHM, il latte materno donatore, a disposizione di tutti i bambini che ne hanno bisogno, richiedendo una copertura assicurativa. Questo include Medicare e, a mio parere, le compagnie di assicurazione paga privata pure.

Fornire latte materno donatore fin dall’inizio è un investimento. Quando fornito con il latte materno donatore nel N. I. C.U, i bambini hanno tassi molto più bassi di enterocolite neocrotizzante (NEC), e quindi, meno farmaci e interventi chirurgici, tassi di mortalità più bassi. I bambini vanno a casa prima, risparmiando così tempo e denaro nel N. I. C. U.

Mentre i bambini ottengono i benefici per la salute del latte materno, le loro madri hanno il tempo di recuperare e costruire la loro offerta. Quindi quelle famiglie hanno maggiori probabilità di mantenere l’allattamento al seno più a lungo. I benefici per la madre e il bambino continuano. Le compagnie di assicurazione avranno clienti più sani: madri e bambini. Meno visite mediche, meno bisogno di farmaci è un investimento a lungo termine ed è due (madre e figlio) al prezzo di uno.

Siamo sicuri che le compagnie di assicurazione continueranno a coprire il costo a lungo termine dei farmaci per un bambino con allergie o un sistema immunitario compromesso? Abbiamo visto farmaci cronici (insulina per il diabete) e farmaci di emergenza (epipens per le allergie) diventare improvvisamente, scandalosamente costosi. Abbiamo visto ridurre i benefici della prescrizione.

Il latte materno donatore è un’opzione semplice, pulita, sicura e conveniente, disponibile fin dall’inizio. Rimuovere la barriera dei costi richiedendo una copertura assicurativa. Questo sosterrà la salute dei nostri nuovi cittadini e, infine, il benessere del Maine.

Categorie: Articles

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *