(CNN)Per decenni, ricercatori e governi hanno cercato una nave spagnola che affondò più di 300 anni fa, portando oro e argento del

Cercando di trovare il San Jose ‘è stato spesso chiamato il” santo graal dei naufragi.”È stato finalmente scoperto al largo della costa di Cartegena, in Colombia, nel 2015. Ma i dettagli del ritrovamento sono stati tenuti segreti fino ad ora when quando i ricercatori della Woods Hole Oceanographic Institution (WHOI) hanno ottenuto la benedizione di vari governi per rivelarli.

La storia della nave

Vedi di più

La San José era una nave da 62 cannoni a tre alberi flagship l’ammiraglia e il più grande galeone di una flotta spagnola che trasportava oro, argento e smeraldo dalle miniere di Potosi, in Perù. Stava viaggiando da Panama alla Colombia quando è andato giù l ‘ 8 giugno 1708, durante una battaglia con le navi britanniche nella guerra di successione spagnola. Seicento persone erano a bordo.

Gli inglesi non potevano prendere il tesoro prima che affondasse. E la perdita del San José e del suo carico ha causato difficoltà finanziarie ai commercianti di tutta Europa e del Nuovo Mondo, secondo un account online pubblicato da Sea Search Armada (SSA), un gruppo di investitori statunitensi impegnati nel salvataggio marittimo.

Questo volantino senza data pubblicato il 5 dicembre 2105 dal Ministero della Cultura colombiano Apos;s ufficio stampa mostra i resti del galeone spagnolo San Jose. Questa foto non datata, pubblicata il 5 dicembre 2105 dall’ufficio stampa del Ministero della Cultura colombiano, mostra i resti del galeone spagnolo San Jose.

Come è stato scoperto il naufragio

Per cacciare il San José, i ricercatori hanno utilizzato un veicolo sottomarino senza equipaggio chiamato REMUS 6000. È lo stesso veicolo che ha aiutato a trovare il relitto dell’Air France 447 nel 2011 e ha aiutato a mappare e fotografare il sito del relitto del Titanic nel 2010.

Per confermare l’identità della nave, REMUS scese vicino al relitto, catturando le foto di un elemento distintivo chiave del San José: cannoni in bronzo incisi con delfini.

Cosa succede ora

L’affondamento della nave è stato drammatico, così come la disputa sul suo tesoro. La caccia al San José è già stata una lunga saga legale su come il bottino dovrebbe essere diviso tra vari governi e aziende private.

Questa foto non datata del volantino pubblicata il 5 dicembre 2105 dal Ministero della Cultura colombiano Apos;l'ufficio stampa mostra i resti del galeone spagnolo San Jose. Questa foto non datata, pubblicata il 5 dicembre 2105 dall’ufficio stampa del Ministero della Cultura colombiano, mostra i resti del galeone spagnolo San Jose.

A parte i soldi, la scoperta di San José è significativa per la Colombia a causa del tesoro della nave di manufatti culturali e storici, e gli indizi che possono fornire sul clima economico, sociale e politico dell’Europa all’inizio del xviii secolo. Secondo Woods Hole, il governo colombiano prevede di costruire un museo e un laboratorio di conservazione per preservare e mostrare pubblicamente il contenuto del relitto, tra cui cannoni, ceramiche e altri manufatti.

L’UNESCO, l’agenzia culturale delle Nazioni Unite, ha invitato la Colombia a non sfruttare il relitto. La posizione esatta del relitto rimane un segreto di stato.

Per ora, il tesoro stesso rimane dove è stato negli ultimi 300 anni resting appoggiato sul fondo del mare.

Alba Prifti della CNN ha contribuito a questo rapporto.

Categorie: Articles

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *