Un conservante alimentare è una sostanza aggiunta agli alimenti per farli durare più a lungo; per” conservarli”. I conservanti vengono aggiunti agli alimenti che vanno male rapidamente e si sono trovati in tutti i tipi di prodotti nei nostri negozi di alimentari.

I conservanti lavorano per preservare il cibo in diversi modi. Alcuni impediscono la crescita di batteri e muffe. Altri impediscono ai grassi delicati di diventare rancidi.

Ci sono così tanti conservanti là fuori. Mentre i conservanti aggiunti agli alimenti dovrebbero essere “approvati” dagli standard alimentari Australia Nuova Zelanda (FSANZ), questo non significa che siano garantiti per essere sempre sicuri per tutti. E non significa che il cibo sia sano.

Gli alimenti con conservanti sono alimenti più elaborati e meno nutrienti per cominciare-non esattamente alimenti salutari. Quindi, anche se non ti dispiace conservanti, probabilmente si dovrebbe ridurre questi tipi di alimenti, comunque.

I 5 conservanti alimentari più comuni.

Sale.

Proprio così-sale.

FATTO DIVERTENTE: il termine “stipendio” deriva dalla parola latina per sale. Si pensa che provenisse dagli antichi romani che avrebbero pagato i dipendenti, permettendo loro di comprare il sale. O quello, o era per il loro lavoro conquista e/o guardia miniere di sale / strade. In entrambi i casi, il sale è stato cercato a causa della sua capacità di conservare il cibo prima dell’avvento della refrigerazione.

In questo giorno ed età, con frigoriferi e congelatori in ogni casa e negozio di alimentari, e camion refrigerati, il sale non è necessario per la conservazione degli alimenti tanto. Ma le nostre papille gustative sembrano ancora bramarlo su una scala epica. L’australiano medio mangia circa 10 grammi di sale al giorno, ben oltre i raccomandati 1600 mg di sodio (equivalenti a circa 4 grammi di sale) al giorno. Gran parte di questo è perché si trova negli alimenti trasformati.

Secondo Harvard Health:

” reducing ridurre il sale dietetico (sale da cucina che è solo sodio, cloruro e iodio) abbasserà la pressione sanguigna, ridurrà il rischio di infarto e ictus e salverà vite umane.”

Quindi, il sale è uno di quei conservanti alimentari fin troppo comuni che la maggior parte di noi farà meglio con meno di.

Nitriti (nitrati e nitrosammine).

I nitriti sono conservanti aggiunti alle carni lavorate (nitrito di sodio 250 e nitrato di sodio 251). Non sono male di per sé, ma si trasformano in sostanze chimiche dannose chiamate nitrosammine. Le nitrosammine sono agenti cancerogeni presenti nel fumo di sigaretta. I nitriti formano nitrosammine quando sono cotti a fuoco vivo e talvolta anche se esposti all’ambiente acido dello stomaco.

I nitriti vengono aggiunti alle carni per mantenere il colore rosa-rosso e prevenire la “doratura”.”Principalmente in pancetta, prosciutto, salsicce e carni per il pranzo. Poiché i nitriti possono trasformarsi in nitrosammine, i nitriti sono a un passo dall’essere i “cattivi”.”

Un’altra cosa interessante è che le carni lavorate sono state collegate al cancro del colon. A causa dei nitriti? Forse, ma in entrambi i casi, le nitrosammine sono un buster di salute confermato.

Poiché le nitrosammine (dai nitriti) sono i cattivi e si formano cuocendo i nitriti a fuoco alto, cosa sono i nitrati?

I nitrati si trovano naturalmente in molti alimenti sani come le verdure. Sono particolarmente ricchi di barbabietole. A volte i nostri enzimi o batteri intestinali cambiano questi nitrati sani in nitriti. Tuttavia, raramente formano nitrosammine perché sono a due passi dal diventare questi “cattivi”.”

BHA & BHT.

L’idrossianisolo butilato 320 (BHA) e l’idrossitoluene butilato 321 (BHT) sono antiossidanti aggiunti a molti alimenti trasformati. Il modo principale in cui BHA e BHT funzionano è impedire ai grassi di diventare rancidi. Sono al sicuro? Bene, sono approvati per l’uso come conservante a piccole dosi e si trovano tipicamente in margarina e spread, condimenti per insalata e purè di patate istantaneo.

Sono elencati come “possibilmente cancerogeni per l’uomo” dall’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro dell’OMS in quanto alcuni studi dimostrano che possono causare il cancro negli animali a dosi elevate. Ancora una volta, vengono aggiunti agli alimenti preconfezionati trasformati, quindi è consigliabile evitarli comunque.

Vuoi informazioni più dettagliate sugli additivi?

Additive Alert di Julie Eady è una risorsa favolosa.

Clicca qui per prendere una copia (link di affiliazione).

Clicca per prendere la tua copia

Solfiti.

I conservanti che contengono zolfo (220-228), incluso l’anidride solforosa (220) si trovano comunemente nella frutta secca, nel vino, nelle salsicce e nel cordiale e possono scatenare sintomi di tipo allergico e attacchi di asma.

Food Standards Australia e Nuova Zelanda affermano che esiste “un potenziale di superamento della dose giornaliera accettabile (DGA) per i solfiti in alcuni bambini che erano alti consumatori di determinati alimenti.”Hanno anche identificato alcune incertezze sull’attuale DGA e hanno riconosciuto che è necessaria un’ulteriore valutazione dei livelli accettabili.

Benzoato di sodio, benzoato di potassio e benzene.

Il benzene è un prodotto chimico industriale comune utilizzato nella produzione e si trova anche nel petrolio greggio, nella benzina e nel fumo di sigaretta. È un noto cancerogeno e non viene aggiunto agli alimenti. Tuttavia, nelle bevande analcoliche come le bevande analcoliche, la combinazione di conservanti benzoato di sodio (211) o benzoato di potassio (212) e acido ascorbico (vitamina C) può provocare la formazione di benzene. L’esposizione al calore o alla luce durante il trasporto o lo stoccaggio può anche aumentare la quantità di benzene formato.

Nel 2006, test indipendenti negli Stati Uniti di bevande analcoliche hanno trovato livelli molto alti di benzene e da quel momento sono state esplorate cause e soluzioni per ridurre i livelli.

L’International Council of Beverages Associations (ICBA) ha sviluppato un documento di orientamento per ridurre la formazione di benzene ed è stato messo a disposizione di tutti i produttori australiani di bevande. L’Australian Beverages Council Limited (Beverages Council) richiede che i loro membri adottino misure per ridurre la formazione di benzene nei loro prodotti.

L’esposizione al benzene nei prodotti per bevande può essere piccola rispetto all’esposizione attraverso l’inquinamento o il fumo, ma non è necessaria. Quindi ha senso evitare le bevande che contengono benzoati e acido ascorbico.

Il messaggio da portare a casa

Ci sono molti conservanti nel nostro approvvigionamento alimentare. Questi composti funzionano impedendo la crescita di batteri e muffe o impedendo ai grassi di diventare rancidi. E si trovano soprattutto negli alimenti trasformati. Se vuoi evitarli. Mangia cibi freschi.

il Credito: Benessere Stock Shop

BONUS RICETTA:

(senza Conservanti): Kale Chips

ingredienti per 4 persone

Ingredienti

1 mazzo di cavolo nero, lavato e asciugato
1 cucchiaio di olio d’oliva
2 gocce di sale
2 trattini aglio in polvere

Metodo

accendere il forno a 150 gradi e posizionare un foglio di carta forno su una teglia.

Prendere il cavolo lavato e asciugato e strapparli in pezzi di dimensioni “chip” e metterli in una grande ciotola.

Condire con olio d’oliva, sale e aglio in polvere. Mescolare fino a quando i pezzi di cavolo sono uniformemente coperti.

Posizionare il cavolo sul foglio preparato in uno strato uniforme. Cuocere per 10 minuti.

Capovolgere il cavolo per cuocere gli altri lati dei pezzi. Cuocere per altri 10 minuti fino a quando i bordi iniziano a diventare marroni. Monitorarli bene, o avrete chip di cavolo bruciato.

Categorie: Articles

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *